venerdì 11 agosto 2017

Giardinieri BioEtici ospiti alla fiera del biologico di Vittorio Veneto

Il dott.Francisco Merli Panteghini dei Giardinieri BioEtici porterà il suo contributo alla XXIV edizione della viera del Biologico V V Bio di Vittorio Veneto con una conferenza domenicale sulle alternative al diserbo chimico (ovvero glifosate). Presto l'evento facebook tramite la nostra pagina: https://www.facebook.com/giardinieribioetici/

Giornata tecnica a Roma: la gestione degli alberi in città

La prossima giornata tecnica dei Giardinieri BioEtici, dopo quella galvanizzante di Urbino, sarà per la prima volta a Roma, ospiti dei Vivai Cassia il 15 ottobre e sarà dedicata alla gestione degli alberi in contesto urbano. I relatori affronteranno i temi della sicurezza, del corretto impianto e una sezione verrà dedicata alle palme e alla lotta la punteruolo rosso.

I vivai Cassia, azienda familiare alla seconda generazione, ha progressivamente ampliato la gamma delle sue attività con un avviato garden, il servizio di giardinaggio e di progettazione paesaggistica. La sede si trova in Via vincenzo Tieri, 200/202 alle porte di Roma, Tel: 06 30893095, Luigi Pirozzi (responsabile giardinaggio e Giardinieri BioEtico): 338 5408617, Sito: http://alpstudiopaesaggio.it/

giovedì 13 luglio 2017

Pirodiserbo e molto altro a Urbino il 23 luglio

Alla giornata tecnica sul Giardinaggio BioEtico di Urbino del 23 luglio sarà presente Marco Mingozzi, fondatore delle Officine Mingozzi, tra le prime a specializzarsi nella costruzione di macchine per il pirodiserbo in agricoltura e poi nel giardinaggio. Nel pomeriggio vedremo e proveremo alcune delle macchine portatile dell'azienda. Puoi vederne una all'opera cliccando qui.

Gli altri relatori sono:

Iperico Andrea, agrotecnico e titolare dell'omonima ditta a Imola, Giardiniere Certificato alla Scuola di Monza e Giardiniere BioEtico.

Andrea Gostoli, titolare dei Vivai Marche, esperto in marketing e conoscitore del mercato estero del nord Europa

Prof. Francisco Merli Panteghini, addetto alla comunicazione dei Giardinieri BioEtici, presidente dell'associazione Amico Giardiniere (Venezia)

Temi trattati:

Giardinaggio bioetico: una nuova visione dalla progettazione alla cura del giardino
Riprogettare secondo natura: consociazioni, piante acclimatate, condizioni climatiche, progetto sostenibile
La concimazione e il corretto impianto come strumento di prevenzione
Alternative al diserbo chimico: pratiche agronomiche, pacciamature, acidi, pirodiserbo
Uso di micorrize e microrganismi in giardino
Perchè un marchio di qualità? Finalità e obiettivi dei Giardinieri BioEtici

Leggi tutto il programma, costi e iscrizioni cliccando qui

lunedì 26 giugno 2017

L'approccio bioetico al giardinaggio: Urbino 23 luglio

Giornata tecnica di formazione a Urbino domenica 23 luglio 2017

Relatore h 9-13: Andrea Iperico, agrotecnico e titolare dell'omonima ditta a Imola, Giardiniere BioEtico. Giardiniere di lungo corso, ricercatore di nuove soluzioni e instancabile nel valutare costi e benefici di ogni soluzione. Esperto di progettazione naturale, dry garden, gestione biologica dei giardini. Divulgatore tramite i “Giardinieri d'Italia” è stato scelto dai Giardinieri BioEtici come uno dei formatori di riferimento per la sua competenza e capacità di comunicare con chiarezza.

Temi trattati:
La figura del giardiniere professionale oggi
Giardinaggio bioetico: una nuova visione dalla progettazione alla cura del giardino
Riprogettare secondo natura: consociazioni, piante acclimatate, condizioni climatiche
Progetto sostenibile: consumi idrici, futura manutenzione, giardino che evolve nel tempo
La concimazione e il corretto impianto come strumento di prevenzione
Alternative al diserbo chimico: pratiche agronomiche, pacciamature, acidi, pirodiserbo
Macerato di ortica e prodotti fatti in casa vs prodotti professionali (uso di micorrize e microrganismi in giardino)

Disponibile video di presentazione con intervista a Andrea Iperico disponibile su YouTube

Pomeriggio:

Dimostrazione e visione delle macchine da pirodiserbo delle officine Mingozzi (www.pirodiserbo.it) con il fondatore Marco Mingozzi

Relatore Prof. Francisco Merli Panteghini, laureato in Storia, insegnante di lettere poi passato al giardinaggio per 10 anni. Oggi cofondatore e addetto alla comunicazione dei Giardinieri BioEtici.
Argomenti:
Etica professionale del Giardiniere BioEtico
Perchè un marchio di qualità? Finalità e obiettivi
Corretta comunicazione col cliente e cultura del verde

Orari
Durata: dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Pranzo conviviale in struttura convenzionata
Ripresa dalle h 14.30 alle 16.30
Numero massimo: 25 partecipanti
Rilascio di attestato di frequenza


Sede del corso
Ristornate Nenè, via ca' Frate n. 3
loc. Crocicchia, Urbino, tel. 0722 2996

Costi della giornata tecnica:
Per gli iscritti al marchio Giardinieri BioEtici: 80,00 euro + IVA + pranzo
Per tutti gli altri professionisti 110,00 + IVA + pranzo
Per studenti o apprendisti, aziende con più di un frequentante sconti da concordare
Iscrizioni e ulteriori informazioni contattando Francisco Merli Panteghini al 328 7021253, mediatorelementare@gmail.com, sito web www.giardiniere.bio

La giornata è organizzata in collaborazione con Andrea Gostoli, titolare dei Vivai Marche, che ha sposato la filosofia dei Giardinieri BioEtici
Menù del pranzo:
Antipasto
Polenta grigliata con Olio dop. Cartoceto
Farro bio al pesto genovese
Casciotta D’Urbino alla Griglia
Funghi prezzemolati
Radicchio di Chioggia con balsamico e pancetta

Primo Piatto
Chitarrine al formaggio di Fossa

Secondi Piatti
Capocollo di Maiale al Forno
Patate al forno al Rosmarino
Insalata mista all’extravergine Guerrieri

Dessert
Crostata artigianale con marmellata bio
Caffè -
Trebbiano e Sangiovese cantina Colli Ripani
Minerale

Costo indicativo € 25.00

lunedì 12 giugno 2017

Francisco Panteghini partecipa al Convegno della rivista BioArchitettura il 23 giugno

il giardiniere bioetico Francisco Merli Panteghini sarà ospite al convegno sui "luoghi sacri, luoghi di forza e dell'anima" organizzato dalla rivista BioArchitettura a Firenze il 23 giugno.

Ecco di cosa tratterà nel suo intervento: Il Giardinaggio BioEtico per l'epoca del Risveglio della Coscienza umana

Quale tipo giardinaggio dobbiamo perseguire in quest'epoca di risveglio delle coscienze umane? Quale la funzione del verde in ambito urbano, commerciale o industriale? Quali strumenti disponiamo per rispondere alle sfide dei nostri tempi: inquinamento visibile e invisibile, perdita di connessione dei luoghi, distruzione della biodiversità, trionfo del brutto e disarmonico, depressione?

21 minuti per offrire strumenti operativi efficaci e spunti di riflessione ai progettisti del verde presenti:

1. il dovere della Bellezza Utile (progettare per i prossimi 100 anni, la scelta dei materiali, l'Intento con cui operare, una visione militante della Bellezza)

2. la progettazione secondo natura e buon senso (il gruppo di progettazione, le funzioni del luogo, biodiversità, pensare alla futura manutenzione, seminare un giardino piuttosto che costruirlo, rose e alberi da frutto)

3. ricercare l'armonia col paesaggio pre esistente (coltivare il rapporto col luogo e le sue memorie, Dichiarazione d'Amore alla Terra di Marko Pogacnick, verificare le intuizioni, lo Spirito del Luogo)

4. dialogare con l'utente finale (comunicare il senso del progetto, monitorare l'andamento nel tempo, leggere i bisogni non detti e trasmettere Amore alla comunità)

5. utilizzare le forme e gli archetipi (recuperare i saperi della geometria sacra, uso responsabile del linguaggio delle forme, alcune forme positive, alcune forme da evitare, l'importanza dei percorsi, i corsi formativi di Fausto Carotenuto)

6. il giardinaggio bioetico (oltre il giardinaggio biologico, la ricerca continua, collaborare con il giardiniere esperto, l'uso delle piante perenni, piante adatte al luogo, consociazioni e fertilità, accettare l'imperfezione e i cicli naturali).

7. la visione bioenergetica applicata alla progettazione di giardini terapeutici (Marco Nieri, il bosco sacro che guarisce, grandi alberi e grandi uomini, la decodifica misurabile dei luoghi “sacri”)

English text

Title: BioEtic Gardening for the Era of Awakening of Human Consciousness

What kind of gardening should we pursue in this period of awakening of human conscience? What is the function of urban, commercial or industrial green spaces? Which tools do we have to meet the challenges of our times: visible and invisible pollution, loss of connection from place memory, destruction of biodiversity, triumph of ugly and disarming, depression?

In 21 minutes I will break 7 spear to provide effective operating tools and ideas for green designers:

1. the duty of Useful Beauty (design for the next 100 years, choice of materials, intention to work, a militant vision of Beauty) 2. design according to nature and common sense (design team, site functions, biodiversity, think of future maintenance, planting a garden rather than building it, roses and fruit trees) 3. seek harmony with the pre-existing landscape (cultivate the relationship with the place and its memories, the Marko Pogacnick's Land Declaration of Love, the Insights, the Spirit of the Place) 4. Talk to the End User (Communicate the Way of the Project, Track Progress in Time, Read Unspecified Needs, and Send Love to the Community) 5. Use shapes and archetypes (to regain the knowledge of sacred geometry, responsible use of the shape language, some positive shape, some shape to avoid, the importance of the paths, the artistic training courses of Fausto Carotenuto) 6. bioethical gardening (beyond organic gardening, continuous research, collaboration with expert gardener, use of perennial plants, site-based plants, consociacies and fertility, acceptance of imperfections and natural cycles). 7. the bioenergetic vision applied to the design of therapeutic gardens (Marco Nieri, the sacred forest that heals, large trees and great men, the measurable decodification of "sacred" places)

sabato 10 giugno 2017

Ci ha lasciati Davide Postè

Ci uniamo attoniti alle condoglianze per la prematura scomparsa del nostro giardiniere bioetico Davide Postè travolto 33enne, schiacciato sotto il peso di un mezzo che si è sfrenato accidentalmente. Grazie per ciò che hai condiviso e per le ispirazioni che da lassù potrai donarci.

martedì 23 maggio 2017

Giornata tecnica dedicata all'uso dei Microrganismi in giardino

Domenica 25 giugno Giornata tecnica dedicata

"IL MONDO DEI MICRORGANISMI: ALLEANZE E DIFESA PER LE PIANTE DA GIARDINO"

Relatore: dott. Stefano Cattapan

Sede: agriturismo Costa degli Ulivi, Via Costa 5 37022 - Fumane di Valpolicella (VR)

Programma (h 9-13, pranzo, h 14.30-16.30)

- La rizosfera: micorrize, batteri della rizosfera e funghi saprofiti.
- L'importanza della sostanza organica attiva.
- Alleanze e simbiosi microbiche
- Come cambiano la nutrizione e l'irrigazione nelle piante.
- Stimolare le autodifese della pianta - SAR resistenza indotta sistemica.
- La fillosfera: batteri e funghi sulle foglie
- La biostimolazione e difesa di fiori e foglie.
- Presentazione di prodotti e modalità di somministrazione
- Spazio domande per consigli sulla risoluzioni di casi specifici

Stefano Cattapan è un agrotecnico laureato in Scienze Naturali, dal 2005 ha lavorato come tecnico biologico-biodinamico e come agricoltore. Da anni è docente di corsi riguardanti l'agricoltura biologica hobbistica ma anche professionale e per tecnici del settore.
Dal 2015 lavora per CCS Aosta (Centro Colture Sperimentali Aosta srl) azienda produttrice del biota microbico MICOSAT F, come tecnico commerciale in Piemonte e Liguria ma anche come conferenziere e divulgatore in tutta Italia.

Costi:
Giardinieri Bioetici: 120 euro pranzo incluso
Altri professionisti: 145 euro pranzo incluso

Iscrizioni: entro il 18 giugno contattando Francisco Merli Panteghini 328 7021253, mediatorelementare@gmail.com

sabato 22 aprile 2017

Calendario incontri formativi maggio-luglio

Ecco il calendario delle prossime iniziative formative dei Giardinieri BioEtici. Tutti questi appuntamenti non sono solo per noi Bioetici ma sono formazioni aperte, utili sia per diffondere il nostro modo di operare a giardinieri in linea con la nostra filosofia. Quindi diffondetele e parlatene con i colleghi. Non vedete i colleghi come avversari, concorrenti da superare ma, per quelli in gamba ovviamente, come partner con cui mettersi in rete come stiamo facendo noi del marchio!

21 maggio al vivaio Priola di Treviso: Il giardino biologico delle erbacee perenni.

Workshop professionale per giardinieri, aperto anche a privati appassionati. Una occasione notevole per l'opportunità di confrontarsi allo stesso tempo con un giardiniere esperto, una paesaggista e i vivavisti che le coltivano e propongono da anni. Potete scaricare la brochure completa con schede dei relatori, programma dettagliato e notizie sul Vivaio Priola qui: http://bit.ly/2pQJGmE.

Relatori
Azienda Agricola Priola Pier Luigi: Pier Luigi, Valentina e Mirko Priola
Giardinieri Bio Etici: Simone Fenio e Silvia Lignana Bellandi

Programma
Valentina e Mirko Priola: introduzione alle attività della giornata e alla realtà aziendale specializzata nella produzione di erbacee perenni. Collezioni, particolarità e novità 2017.
Simone Fenio: Preparazione del terreno all’impianto delle perenni, carenze, acidificazioni e drenaggi. Concimazioni biologiche e pacciamature. Telo dove e quando.
Silvia Lignana Bellandi: L'analisi preliminare dei luoghi e conformazione delle aiuole. Delimitazione delle aiuole. Uso delle perenni nei parchi storici e nel giardino contemporaneo. Oltre al colore la tessitura.
Pier Luigi Priola: Criteri di scelta delle perenni e inserimento in giardino. Colori e anticipi di primavera, primavera, estate e gestione della rifiorenza. Qualche accostamento tra perenni e graminacee tra estate e autunno.

Costi

100 euro fatturati a partecipante, incluso pranzo a buffet. Per i Giardinieri BioEtici: costo 80,00 euro.
Per Aziende con più di un partecipante sconto del 10%.

I posti sono limitati.

Iscrizioni e altre informazioni scrivendo a mediatorelementare@gmail.com o chiamando Francisco Merli Panteghini al 328 7021253

25 giugno all'agriturismo Costa degli Ulivi a Verona: corso sull'uso dei microrganismi effettivi

Terrà il corso il biologo Cattapan con la collaborazione di Simone Fenio, Giardiniere BioEtico. Programma dettagliato a breve disponibile. Il concetto di microorganismo effettivo è stato sviluppato dal microbiologo giapponese Teruo Higa, Professore dell'Università di Ryukyus in Okinawa (Giappone), che analizzando li comportamentto di varie combinazioni di microorganismi ha elaborato il "principio di prevalenza", non pienamente comprovato scientificamente. L'influenza di una combinazione di alcuni ceppi di microrganismi in ecosistemi come terreni o acque. I microrganismi da lui osservati, se posti in maggioranza, influenzano a catena il comportamento di altri microrganismi e stimolerebbero diverse attività biologiche antiossidanti, da lui denominate "rigenerative", che contrastano le attività biologiche ossidative, da lui chiamate "degenerative". I microganismi effettivi o efficaci, in lingua inglese effective microorganism (EM), sono i prodotti e le tecnologie agricole ed ambientali che creano una prevalenza di una specifica combinazione di microorganismi[1], fra i quali:

Batteri della fotosintesi come i Cyanobacteria e Rhodopseudomonas palustris
Lieviti come il Saccharomyces cerevisiae
Batteri dell'acido lattico come il Lactobacillus casei
Altri numerosi lieviti e batteri

Iscrizioni e altre informazioni scrivendo a mediatorelementare@gmail.com o chiamando Francisco Merli Panteghini al 328 7021253

23 luglio al vivaio Marche: l'approccio bioetico al giardinaggio, corso applicativo

Stiamo definendo la location nei pressi di Urbino. Sarà un corso introduttivo al giardinaggio bioetico a cura dell'agrotecnico Andrea Iperico, Giardiniere BioEtico. Programma dettagliato a breve disponibile. La giornata mira a offrire ai giardinieri che stanno trasformando la loro pratica professionale l'esperienza, le tecniche e i prodotti collaudati da anni di lavoro e sperimentazione per un approccio amico della vita e della biodiversità. Gli ambiti del corso spazieranno da elementi di progettazione dei giardini, valutazione del terreno e della sua salute e fertilità, lotta biologica ai parassiti, alternative al diserbo chimico.

Iscrizioni e altre informazioni scrivendo a mediatorelementare@gmail.com o chiamando Francisco Merli Panteghini al 328 7021253

giovedì 13 aprile 2017

Una legge per la difesa degli alberi e la qualità dei giardinieri

I Giardinieri BioEtici sostengono la petizione lanciata dal prof. Francisco Merli Panteghini per una legge nazionale in difesa degli alberi.
Il testo della petizione è suddivisa in tre parti e riguarda: il divieto di capitozzare gli alberi, il sostegno all'impianto degli alberi per i nuovi nati, la professionalizzazione di chi si prende cura degli alberi. Siamo in pieno accordo con quanto scrive Panteghini: "capitozzare gli alberi, ovvero rimuovere oltre il 50% dei rami, è una pratica errata che avvia il degrado della pianta e ne distrugge la funzione ecologica ed estetica... Gli alberi sono un elemento chiave dei nostri paesaggi, un sistema vivente che alimenta la rete della vita, fornisce ossigeno, fissa anidride carbonica, filtra molte sostanze inquinanti, protegge il terreno, favorisce il ciclo dell'acqua superficiale, dona frescura e ispirazione, anche poetica. Gli alberi sono i nostri principali alleati nella mitigazione degli effetti del cambiamento climatico e arricchiscono la biodiversità, fornendo cibo e riparo. Ma sugli alberi capitozzati nessun uccello nidifica e la loro funzione ecologica è menomata perché ogni energia dell'albero è dedicata a ricostruire ciò che gli è stato ingiustamente tolto."

Come punto tecnico di riferimento viene preso il lavoro della Società Italiana di Arboricoltura e il lavoro di alcuni noti ricercatori del settore come il dott. Daniele Zanzi. Si chiede anche che, in caso di danni, il valore dell'albero non sia dato dal valore come legname da ardere ma come esemplare che acquisisce valore ogni anno di più. Infine Panteghini sfiore il tema delicatissimo della formazione degli operatori che si occupano delle alberature che è stato aperto lo scorso anno l'articolo 12 della Legge 154/2016 ma che resta sospeso causa la delega alle Regioni e la mancanza di linee guide nazionali che rischiano di creare situazioni assurde e che " sarebbe opportuno, visto che il mercato del lavoro dei grandi appalti è nazionale, che criteri uniformi venissero adottati per migliorare il livello di tutti gli operatori senza avvantaggiarne alcuni per partito preso."

A questo riguardo i Giardinieri BioEtici hanno istituito un gruppo di lavoro che presenterà una proposta di legge nelle 6 regioni dove questo marchio di qualità del giardinaggio è presente. Vi invitiamo quindi a firmare la petizione su Change.org

“...e su gli olivi, i fratelli olivi,

che fan di santità pallidi i clivi

e sorridenti.”

G.d'Annunzio, La sera fiesolana

sabato 1 aprile 2017

8- 9 Aprile al Vivaio Priola di Treviso

I Giardinieri BioEtici saranno presenti con Silvia Lignana Bellandi, progettista, e Marco Dall'Armi, giardiniere esperto, all'evento del vivaio Pier Luigi Priola dell'8 e 9 aprile dedicato alle aromatiche e agli irrinunciabili perenni Ellebori per inaugurare la Primavera! Fiori incantevoli, resistenti e durevoli, lasciati conquistare. Vi aspettiamo all'Azienda Agricola Priola Pier Luigi- Via delle Acquette 4 - 31100 Treviso, Tel. +39 0422 304096 - Fax. +39 0422 1523085 - info@priola.it dalle 10 alle 18.

lunedì 20 marzo 2017

Programma dettagliato prossima giornata tecnica 26 marzo

GIORNATA TECNICA GIARDINIERI BIOETICI
26 marzo 2017 h 8.45 - 16.00
Agriturismo Costa degli Ulivi, v. Costa 5, Fumane di Valpolicella (VR)

Programma

h. 8.45 Caffè di benvenuto e a seguire inizio lavori

Simone Fenio: uso di concimi, ammendanti, correttivi nel giardino naturale. Nutrire il terreno per nutrire le piante e garantirne la migliore salute. Uso del compost in giardino

Andrea Iperico: diserbi naturali. Quali metodi agronomici, chimici e meccanici è possibile oggi usare per archiviare l'epoca del glifosato

h. 13.00 pausa pranzo

h 14.00 ripresa

Il punto sulla questione normativa della figura del giardiniere professionista (legge 154/2016)

Francisco Merli Panteghini: il punto sulle iniziative promozionali del marchio Giardinieri BioEtici

Silvia Lignana Bellandi: invito a una giornata formativa sulle erbacee perenni al vivaio Priola di Treviso

h 15.00 (ingresso aperto e libero)

Francesco Badalini: l'uso delle erbe spontanee in giardino, usi e opportunità

h 16.00 chiusura del lavori e partenze

Seminario aperto a tutti, costo per esterni del marchio Giardinieri BioEtici 110 euro incluso il pranzo. Prenotazione obbligatoria a Francisco 328 7021253 entro il 22 marzo

venerdì 3 marzo 2017

Gioranta tecnica domenica 26 marzo

Si svolgerà nell'agriturismo Costa degli Ulivi in Valpolicella la giornata tecnica di aggiornamento di domenica 26 marzo. La mattina sarà dedicata al legame tra salute delle piante e nutrizione secondo un approccio biologico. Valuteremo con attenzione prodotti e modalità per la concimazione, gli ammendanti e i correttivi, fino all'uso del compost in giardino. CI sarà spazio per gli aggiornamenti sull'iter normativo sul riconoscimento normativo della figura del giardiniere. Relatori: Simone Fenio, Iperico Andrea.
Nel pomeriggio sessione di discussione libera, relazione sul piano di marketing e presentazione del nuovo libro di Francesco Badalini sulle erbe spontanee e il loro uso in giardino. . Costo della giornata per esterni: 110 euro pranzo incluso. Iscrizione entro il 21 marzo contattando Francisco Panteghini al 328 7021253, mediatorelementare@gmail.com

lunedì 27 febbraio 2017

Pagina Facebook

Grazie per questi 1100 mi piace sulla nostra pagina Facebook! Seguiteci in questa meravigliosa premessa di Primavera! https://www.facebook.com/giardinieribioetici/?fref=ts

domenica 26 febbraio 2017

Appuntamenti con i Giardinieri BioEtici 2017

11-12 marzo i Giardinieri BioEtici saranno ospiti alla Festa delle Viole organizzata dallo storico vivaio Priola di Treviso con Silvia Lignana Bellandi, progettista e formatrice.

Domenica 26 marzo I° Giornata Tecnica 2017 a Verona (a giorni sede precisa e programma completo) sulla concimazione, gli ammendanti, il compost in giardino. Aggiornamenti sul riconoscimento normativo della figura del giardiniere. Nel pomeriggio presentazione del nuovo libro di Francesco Badalini sulle erbe spontanee e il loro uso in giardino. Relatori: Simone Fenio, Andrea Iperico. Costo della giornata per esterni: 110 euro pranzo incluso

Maggio (data da definire): giornata di studio sulle piante erbacee perenni con Silvia Lignana Bellandi presso il Vivaio Priola a Treviso.

Domenica 25 giugno II° Giornata Tecnica 2017 a Verona sull'uso di Microrganismi per mantenere in salute le piante o lottare contro muffe e fatofagi. Relatori: Simone Fenio, Stefano Cattapan. Costo della giornata per esterni: 150 euro pranzo incluso

Domenica 26 novembre III° Giornata Tecnica 2017 a Verona sull'arboricoltura, struttura degli alberi, difese, come affrontare la potature a seconda degli obiettivi che ci si prefigge. Relatori: Simone Fenio, Andrea Iperico. Costo della giornata per esterni: 110 euro pranzo incluso

Per informazioni e prenotazioni chiamare Francisco al 328 7021253

venerdì 17 febbraio 2017

Giardinieri BioEtici ospiti al vivaio Priola

L'11 e il 12 marzo i Giardinieri BioEtici, Giardinere.Bio saranno ospiti alla festa delle Viole organizzata dal vivaio Priola di Treviso per presentare il suo catalogo primaverile. L'invito è nato dal riconoscimento della comunanza di visione sullo sviluppo di un giardinaggio naturalistico e grazie alla collaborazione della dottoressa Silvia Ligna Bellandi, esperta conoscitrice di erba perenni e collaboratrice del vivaio da anni (puoi visitare la sua pagina facebook qui). Presto disponibile il programma delle giornate sul sito http://www.vivaipriola.it/

domenica 5 febbraio 2017

Le siepi campestri in aziende agricole biologiche

Interessante giornata formativa organizzata dalla fattoria didattica biologica Rio Selva di Preganziol a cui ha dato il suo contributo, per la parte pratica, Francisco Panteghini. Il cuore centrale della giornata è stato l'ampio e ricco approfondimento di Andrea Giubilato, fondatore della scuola esperienziale di agricoltura. Partendo dalla formazione dei suoli della pianura alluvionale, l'evoluzione della foresta di querce e carpini, passando per la sistemazione romana delle centuriazioni del I secolo in Veneto per arrivare al confronto culturale e biologico tra agricoltura industrializzata e biologica.
Superando il concetto di siepe campestre Giubilato ha proposto di usare il concetto di "riva" formata dal fosso dove scorre l'acqua, le due sponde che lo arginano, alberi e cespugli piantumati sul colmo e la "caresà", la zona di passaggio lasciata ad erba e colonizzata da erbe selvatiche spesso utili o alimurgiche (tarassaco, carletti, salvia selvatica ecc.). Le rive sono figlie delle opere antiche quanto moderne di bonifica, con la sistemazione dei livelli e lo scolo delle acque.
La riflessione ampia ha offerto una visione in cui cogliere le dinamiche con cui in natura si sviluppano gli ambienti naturali: il mutualismo (ad es. delle micorrize con le radici degli alberi), la competizione (per la luce ad esempio, che non è quasi mai una lotta vinci/perdi tutto ma una conquista di posizioni privilegiate e accettare posizioni di nicchia), l'integrazione tra animali e piante. In una visione biologica la presenza di siepi campestri e fossi, unita alla varietà delle colture praticate permette di arricchire le popolazioni di insetti e di potenziali predatori e superpredatori, riducendo quindi i danni alle colture.
Le rive inoltre possono fornire risorse aggiuntive: legna da ardere, pali, sostegni, legacci di salice, erbe mangerecce ecc. Sulle opportunità di sviluppare attività artigianali e creative a partire dai prodotti di scarto della pulizia delle rive la giornata ha ospitato il contributo di Sandro Milan, cestaio che sta riscoprendo e diffondendo tecniche di lavoro delle fibre naturali in via di estinzione nel nostro Paese, mentre Francia e Germania ospitano persino percorsi professionali di cesteria. La visita all'azienda, il riconoscimento delle piante presenti, il confronto con i terreni dei vicini, ottima esemplificazione dell'agricoltura ad alta meccanizzazione e monocultura del mais hanno dato subito modo di mettere in pratica e consolidare le conoscenze e le riflessioni della mattinata.
Nel pomeriggio, nonostante la pioggia incessante, si è proceduto con un esempio di progettazione di intervento di recupero delle rive presenti nell'azienda, della segnatura delle piante da abbattere e di un abbattimento controllato con depezzatura e riordino a regola d'arte sotto la supervisione di Francisco Panteghini, Giardiniere BioEtico e presidente dell'associazione Amico Giardiniere. Si è parlato anche di come mantenere i salici capitozzati per la produzione di strope.
A chiudere il pomeriggio la condivisone di un progetto di riscaldamento con cumulo di cippato (modello ispirato dal francese Jean Pain) e la presentazione dell'esperienza di attività nel bosco condotto da Francesca Coltellacci nel bosco di Mestre con altre educatrici che dovrebbe portare all'inaugurazione di un vero e proprio asilo nel bosco l'autunno prossimo. Per restare informati su altri iniziative della fattoria Rio Selva seguita la pagina facebook.

lunedì 30 gennaio 2017

Corso di gestione sostenibile del bosco e delle siepi campestri

Domenica prossima alla fattoria rio selva di Preganziol (TV) corso di gestione del bosco e delle siepi. Francisco Merli Panteghini, giardiniere bioetico, curerà l'esercitazione pomeridiana. Info e iscrizioni ai contatti in locandina allegata

venerdì 13 gennaio 2017

Birdgardening: è tempo di attivare le mangiatoie

La neve ha finalmente fatto la sua comparsa in molte regioni d'Italia. E' il momento di aiutare gli uccelli stanziali con qualche supplemento di cibo nelle mangiatoie.

Se ami gli uccelli richiedi gratuitamente la guida al birdgardening curata dai Giardinieri BioEtici scrivendo a info@amicogiardiniere.it